Menu Chiudi

Bonus Cultura 18app

 
Il Bonus 18app, noto anche come Bonus Cultura, è una carta elettronica del valore di 500 euro istituita dal Governo Renzi con la Legge di Stabilità del 2016 a vantaggio di tutti i ragazzi neo 18enni per effettuare spese di natura culturale, come ad esempio l’acquisto di libri o di biglietti per accedere ad eventi musicali.

La Legge di Bilancio 197/2022 del Governo Meloni ne ha disposto l’abolizione a decorrere dal 1° gennaio 2023 sostituendolo con altre due “carte” culturali di diversa impostazione: la Carta della Cultura Giovani e la Carta del merito.

In ogni caso queste due nuove carte diverranno operative solo nel 2024 per i ragazzi che compiono 18 anni nel 2023, mentre nel 2023 in corso è comunque garantita l’erogazione del Bonus 18app a tutti i ragazzi che hanno compiuto la maggiore età nel 2022.

Per avere diritto al Bonus 18app non serve nessun requisito economico, tutti lo possono ricevere a prescindere dal reddito IRPEF (personale o dei genitori) o dall’ISEE del nucleo familiare. Servirà invece l’ISEE nel 2024 per accedere alla Carta della Cultura Giovani, mentre la Carta del Merito sarà erogata ai ragazzi che usciranno dall’esame di maturità col voto di 100/centesimi.
sedi Cerca il Caf più vicino a te Trova

Bonus 18app: che cos’è?

Il Bonus 18app è una carta elettronica del valore di 500 euro introdotta con la Legge di Stabilità del 2016 a vantaggio dei ragazzi che compiono la maggiore età. Si tratta di un incentivo a spese culturali riconducibili ai seguenti ambiti:

  • biglietti per rappresentazioni teatrali e cinematografiche e spettacoli dal vivo (per “spettacoli dal vivo” si intendono rappresentazioni svolte in maniera professionale di musica, danza, teatro, circhi e spettacoli viaggianti, che avvengono in un contesto unico e non riproducibile con la compresenza di professionalità artistiche e tecniche e di pubblico);
  • libri (inclusi audiolibri e libri elettronici, esclusi supporti hardware di qualsiasi natura atti alla relativa riproduzione);
  • accesso a musei, mostre ed eventi culturali, monumenti, gallerie, aree archeologiche, parchi naturali;
  • musica registrata (cd, dvd musicali, dischi in vinile e musica online, esclusi supporti hardware di qualsiasi natura atti alla relativa riproduzione);
  • corsi di musica;
  • corsi di teatro;
  • corsi di lingua straniera;
  • prodotti dell’editoria audiovisiva (singole opere audiovisive – i dvd in pratica – distribuite su supporto fisico o in formato digitale);
  • abbonamenti a quotidiani anche in formato digitale.

Bonus 18app: chi ne ha diritto?

Hanno diritto al Bonus 18app tutti i cittadini italiani o di altri Paesi membri dell'Unione europea, purché residenti nel territorio dello Stato italiano, che compiono la maggiore età. Il Bonus non prevede nessun’altra limitazione, quindi non è soggetto a soglie selettive come il valore dell’ISEE o del reddito dichiarato nel 730.

Bonus 18app: come si richiede?

Per richiedere il Bonus 18app è necessario dotarsi anzitutto dello SPID. Una volta ottenuto lo SPID il ragazzo potrà registrarsi alla piattaforma ufficiale 18app sulla quale visualizzerà il corretto caricamento del credito pari a 500 euro che da quel momento potrà iniziare a essere speso presso ogni negozio, circuito telematico o struttura culturale aderente all’iniziativa.

MA ATTENZIONE: viste le novità introdotte con la Legge di Bilancio del 2023, gli ultimi che potranno usufruire del Bonus 18app sono i ragazzi nati nel 2004 che hanno dunque compiuto 18 anni nel 2022. Per loro il Bonus 18app sarà regolarmente erogato nel 2023, mentre a cominciare dal 2024 il Bonus 18app verrà sostituito dalla Carta della Cultura Giovani e dalla Carta del merito.

Bonus 18app: abolito da quando?

A decorrere dal 1° gennaio 2023 il Bonus 18app decade e viene sostituito con due nuove carte culturali:

  • la Carta della Cultura Giovani: destinata a tutti i 18enni residenti in Italia e appartenenti a nuclei familiari con ISEE non superiore a 35.000 euro;
  • la Carta del merito: destinata ai ragazzi che avranno conseguito, non oltre l’anno di compimento del diciannovesimo anno di età, il diploma finale presso istituti di istruzione secondaria superiore o equiparati con una votazione di almeno 100/centesimi.
 
Di fatto però gli effetti pratici di questa sostituzione si avranno solo a partire dal 2024 perché nel 2023 in corso il Bonus 18app verrà comunque erogato ai ragazzi che hanno compiuto la maggiore età nell’anno 2022.
Ti potrebbe interessare anche
Modello 730
Modello REDDITI (ex Modello UNICO)
Modello EAS
Dichiarazione di Successione
Contratto di Locazione
IUC – Imposta Unica Comunale
Colf e Badanti
Trasmissione Telematica
Modello RED
Modello ICRIC - ICLAV - ACCAS/PS
ISEE - Indicatore della Situazione Economica Equivalente
Reddito di Cittadinanza
Bonus Sociali Energia Elettrica, Gas Naturale ed Acqua
Modello CU - Certificazione Unica
Modello 770
Dichiarazione IVA
Modello F24
Modello IRAP
Iscrizione al 5 per mille dell'Irpef
Destinazione 8, 5 e 2 per mille dell'Irpef
Comunicazione Liquidazioni Periodiche IVA
Voltura Catastale
Riunione di Usufrutto
Visura Catastale
Assegno al Nucleo Familiare dei Comuni
Assegno di Maternità dei Comuni
ICEF - Indicatore della Condizione Economica Familiare
DURP – Dichiarazione Unificata di Reddito e Patrimonio
Dichiarazione IMU
Esenzione Canone TV
Agevolazione Canone Telecom
Carta Acquisti - Social Card
Assegno di Natalità - Bonus Bebè
Assegno al Nucleo Familiare Lavoratori Dipendenti
Sconto in fattura e cessione del credito
Bonus TV
Assegno Unico Universale
Bonus prima casa under 36
Bonus Psicologo
Approfondimenti fiscali
Le erogazioni liberali a movimenti politici, Onlus, associazioni sportive, ecc. possono