Menu Chiudi

Bonus TV a due facce: sconto con e senza ISEE

 
12 LUGLIO 2021

Il Bonus TV fa il salto di qualità e dribbla, ma non del tutto, la soglia selettiva dell’ISEE. Non del tutto perché l’assetto originario del bonus, già in vigore nel 2020, che prevedeva appunto l’accesso in base al requisito ISEE, non scompare, resta valido, ma viene adesso affiancato da una nuova formula che al contrario non prevede l’applicazione della “barriera” dell’indicatore economico.

La novità è divenuta ufficiale con la firma da parte del ministro dello sviluppo economico Giancarlo Giorgetti sul nuovo decreto attuativo che di fatto ha “sdoppiato” il Bonus TV su due livelli sovrapposti: un primo livello base (in senso temporale l’ultimo appena approvato) a cui tutti avranno diritto senza la noia di doversi dotare di un ISEE valido, e il secondo, cui potranno accedere solo i nuclei familiari con ISEE non superiore a 20.000 euro (per la compilazione e la trasmissione della DSU ISEE le sedi CAF ACLI sono disponibili a dare il loro supporto).

Tecnicamente il bonus è legato al cambio delle frequenze delle reti televisive che entro il 30 giugno 2022 si adegueranno, per legge, al nuovo standard di trasmissione e codifica DVBT-2 HEVC. Di qui deriva la necessità che molti avranno di cambiare la propria tv, qualora non fosse compatibile coi nuovi standard (per verificare se la tv attualmente in uso lo è, bisogna accertarsi che su almeno uno dei due canali 100 o 200 appaia la dicitura “Test HEVC Main10”, altrimenti in caso di schermo nero la tv andrà per forza cambiata).

Dal punto di vista economico, la differenza tra il bonus base e quello “avanzato”, validi entrambi fino al 31 dicembre 2022, è chiaramente l’entità dello sconto sull’acquisto del nuovo apparecchio televisivo:

  • il 20% in meno, ma fino a un massimo di 100 euro, per quanto riguarda la formula base;
  • 50 euro fissi per quanto riguarda la formula avanzata.


Detto questo, va considerato l’aspetto più importante, ovvero la cumulabilità dei due bonus: la formula avanzata, infatti, laddove sia rispettato il requisito ISEE, sarà cumulabile con quella base, quindi significa che una famiglia con un ISEE entro la soglia di 20.000 euro potrebbe non solo usufruire dello sconto base del 20% (fino a un massimo di 100 euro) ma anche degli ulteriori 50 euro.

Ma le differenze non finiscono qui. A differenza infatti del Bonus TV da 50 euro, quello da 100 euro può essere richiesto soltanto a condizione di aver rottamato il vecchio televisore. Ci sono quindi due possibilità:

  • consegnare al venditore la vecchia TV al momento dell’acquisto (il venditore poi si preoccuperà di smaltirla);
  • in alternativa si potrà smaltire personalmente il televisore presso un’isola ecologica autorizzata, la quale rilascerà una sorta di certificazione di avvenuto smaltimento da esibire poi al venditore al momento dell’acquisto.


Luca Napolitano

5
faq Serve aiuto? Consulta l’archivio delle FAQ o fai una domanda ai nostri esperti. Trova le risposte