Menu Chiudi

Bonus Facciate: no dell'Agenzia sui lavori in strada privata

 
16 OTTOBRE 2020

Niente Bonus Facciate per il rifacimento di un cappotto termico se l’abitazione ha scarsa visibilità. Il no categorico proviene dalla risposta 418 dell’Agenzia delle Entrate del 29 settembre, rimarcando oltretutto un principio già noto che la stessa Agenzia aveva esplicitato in un’altra risposta di cui avevamo reso conto in una precedente news qualche giorno fa, ovvero il requisito (imprescindibile ai fini del Bonus Facciate) della visibilità dei lavori rispetto al suolo pubblico dove avviene il flusso degli spostamenti del traffico e/o del passeggio.

Stavolta il caso esaminato nell’interpello riguarda una villa dotata di cortile situata al termine di una strada privata di dubbia visibilità dal suolo pubblico, per la quale – ha detto l’AdE – non è possibile fruire del bonus. In base alle disposizioni normative, infatti, la detrazione dall'imposta lorda pari al 90% delle spese per la facciata esterna degli edifici esistenti, non si applica ai lavori effettuati sulle facciate interne dello stabile fatte salve quelle visibili dalla strada o da suolo.

 L’Agenzia, ricordando che l'articolo 1, commi da 219 a 223 della legge n. 160/2019 (legge di Bilancio 2020) dispone in linea generale la detrazione per le spese sostenute nell'anno 2020 per interventi finalizzati al recupero o restauro della facciata esterna degli edifici ubicati nelle zone A o B ai sensi del decreto n.1444/1968 del ministro dei Lavori pubblici, fa poi riferimento alla Circolare 2/2020 la quale chiarisce, sull’applicazione del beneficio, che gli interventi devono essere realizzati sull’involucro “esterno visibile dell'edificio, vale a dire sia sulla parte anteriore, frontale e principale dell'edificio, sia sugli altri lati dello stabile (intero perimetro esterno)”.

 Di conseguenza, il requisito della visibilità rispetto alla strada/suolo pubblico è necessario – anzi diremmo fondamentale – per fruire successivamente del beneficio, sia che si tratti di facciate esterne dell’immobile sia che si tratti di quelle interne. Nel caso in esame, quindi, considerato che la villa si trova al termine di una strada privata, in una posizione di scarsa o nulla visibilità dalla strada, l’Agenzia ritiene che l’intervento sull’involucro esterno non rientra tra quelli agevolabili col Bonus Facciate.
0
faq Serve aiuto? Consulta l’archivio delle FAQ o fai una domanda ai nostri esperti. Trova le risposte