Menu Chiudi

La detrazione del 50% non fruita dal defunto viene trasferita al/agli eredi a condizione che conservino la detenzione materiale e diretta dell'immobile. Non è necessaria nessun'altra condizione, ad esempio, che il/gli eredi abbiano un reddito più o meno "capiente"?

 
Quella della "detenzione materiale e diretta dell'immobile" è la condizione tecnica da rispettare affinché la detrazione possa essere tramandata agli eredi o all'erede. Cioè l'immobile, in sostanza, deve essere sfitto e non abitato da nessuno, quindi vuoto. Diverso sarebbe, ad esempio, se nell'immobile, dopo la morte del de cuius, continuasse a vivere il coniuge superstite. In tal caso gli altri eventuali eredi non potrebbero rivendicarne la detenzione materiale e diretta. Poi la capienza è un altro problema che riguarda tutte le detrazioni, ma è una questione che può essere appurata solo in fase di dichiarazione. Ovviamente se sussiste una condizione di incapienza la detrazione non può essere applicata, ma non perché il contribuente non ne abbia diritto, solo perché economicamente si trova nella spiacevole posizione di non poterne godere. Quindi sono due cose ben diverse il non aver diritto a priori a una detrazione e l'averne diritto ma non poterne godere.

Per fare con noi il tuo 730/2019 scopri il nostro nuovo servizio online o consulta una nostra sede.